Gen 162021
 

Se un parente stretto, poniamo un genitore, poniamo la madre, se ne va da questa vita e noi non siamo lì a salutarla…., se siamo estranei alla morte di nostra madre siamo estranei all’umanità.

Vorrei esprimere il mio consenso a un alto dirigente del Policlinico di Padova, il professor Ivo Tiberio, che s’è dato da fare per rendere possibile l’incontro e il saluto, l’addio, l’a-Dio, dei famigliari con il malato di covid che se ne sta andando. E vorrei dare lo stesso consenso al direttore di un altro ospedale, stavolta di Bassano, per la stessa iniziativa. Così, adesso, che un parente stretto se ne va lo sappiamo di persona, e lui per un attimo vede che siamo presenti, gli siamo vicini Leggi tutto »

Gen 092021
 

La vedo con le sue capre, i suoi formaggi, il tiepido e nutriente latte caprino. La vedo soprattutto col suo sorriso coinvolgente, la sua positività, malgrado una vita dura. Vedo Agitu Ideo Gudeta, etiope costretta ad essere rifugiata e poi – per scelta – pastora in Trentino, uccisa il 29 dicembre

Il Cristo, il Figlio di Dio, scelse di nascere tra i pastori. L’Angelo li chiamò a raccolta e loro arrivarono portando doni a quel piccolo – grande uomo, Dio incarnato. Mi piace pensare che tra quei pastori maschi, che la tradizione dei presepi rappresenta con barbe di tante sfumature, quest’anno ci sia stata una pastora, una giovane donna, dai bellissimi tratti, originaria del Corno d’Africa.  Leggi tutto »

NON SALVARE IL NATALE – DAL NATALE FARCI SALVARE

 Spiritualità  Commenti disabilitati su NON SALVARE IL NATALE – DAL NATALE FARCI SALVARE
Dic 192020
 

Ma quello che accade ci sfida a riconoscere che forse abbiamo bisogno di essere salvati noi dal Natale, di aprire il cuore al Dio che si è fatto compagno di strada dell’umana fragilità

E’ ancora tempo di Covid, è di nuovo tempo di severo distanziamento. Bisogna stare lontani, ci dicono e ci ripetiamo, per ridurre il pericolo di contagio. E così sia, per la salute e per il bene personale e collettivo. Ma è inutile negare che dentro il rispetto di questa precauzione pur necessaria si sta insinuando una sottile diffidenza nei confronti dell’altro, qualcosa che forse non abbiamo il coraggio di ammettere apertamente e che però sta lentamente plasmando il nostro sguardo sulle persone e sulle cose, la modalità con cui ci approcciamo alla realtà. Leggi tutto »

PER USCIRE ASSIEME

 Spiritualità  Commenti disabilitati su PER USCIRE ASSIEME
Dic 132020
 

Il Papa ha detto parlando ai giovani: “Il Signore non vuole che restringiamo gli orizzonti, non ci vuole parcheggiati ai lati della vita, ma in corsa verso traguardi alti, con gioia e con audacia”. La notizia è che il presente può cambiare. Che il futuro possiamo costruirlo migliore, anche se oggi siamo in guerra contro il virus e contro le sue lunghe conseguenze economiche e sociali.

Nel 1940, ottant’anni fa, in un autunno di guerra in Europa, quando si intuiva già il dramma in cui il mondo stava precipitando, anche se non era ancora chiara la profondità dell’abisso (60 milioni di morti, la Shoah, l’atomica su Hiroshima e Nagasaki), usciva nelle sale statunitensi il film di Charlie Chaplin, “Il grande dittatore”. In quel film – è noto – Chaplin interpreta due parti, quella di Adenoid Hynkel, versione caricaturale di Hitler, e quella del somigliantissimo barbiere ebreo, al quale, scambiato per il dittatore, nella sequenza finale viene chiesto di arringare la folla. Ne viene fuori un bellissimo “discorso all’umanità”. Leggi tutto »

L’ AVVENTO CON IL NUOVO MESSALE ROMANO

 Spiritualità  Commenti disabilitati su L’ AVVENTO CON IL NUOVO MESSALE ROMANO
Nov 282020
 

Ecco la “rivoluzione” liturgica. No alle celebrazioni “fai-da-te”. La Cei: “non togliere o aggiungere nulla, altrimenti si pregiudica il rito”.

Il rinnovato libro arriva nelle parrocchie italiane. Da domenica ecco la “rivoluzione” liturgica. No alle celebrazioni “fai-da-te”. La Cei: non togliere o aggiungere nulla, altrimenti si pregiudica il rito. E’ un libro in cui entra l’esperienza maturata nelle nostre Chiese particolari”, che contiene “arricchimenti” da scoprire passo dopo passo e che soprattutto vuole essere “maggiormente rispondente al linguaggio e alle situazioni pastorali delle nostre comunità”. Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, riassume in maniera efficace lo “spirito” del nuovo Messale Romano in italiano che da domenica prima dell’Avvento e inizio dell’Anno liturgico, sarà sugli altari della maggioranza delle parrocchie della Penisola. Lo scrive in apertura del volume, nella disposizione dove stabilisce che sarà obbligatorio usarlo dalla prossima Pasqua, ossia dal 4 aprile 2021. Leggi tutto »