Ott 122019
 

images5Se tu prendi in mano i vangeli, ti accorgi di una cosa molto interessante: Gesù era un missionario itinerante; egli andava di villaggio in villaggio, passava continuamente da un paese all’altro, da una regione all’altra. Una volta interrogato, rispose: “Non posso fermarmi qui, anche altrove devo annunciare la buona notizia!”. Gesù era un missionario itinerante, un missionario sempre in uscita. E quando diede il mandato missionario ai suoi amici indicò un orizzonte ampio: “Fino agli estremi confini della terra”. Gesù ci chiede con insistenza di uscire, di abbandonare posizioni di comodo, spesso espresse con la frase “si è sempre fatto così”, per avventurarci e rischiare il nuovo nel servizio del Vangelo. Alle volte le nostre comunità sono bloccate nella loro azione pastorale, mancano di fantasia creatrice, sembrano poco esposte e aperte al soffio dello Spirito che rinnova ogni cosa. Ma questo processo “di uscita” non riguarda semplicemente l’organizzazione delle attività. Il processo di uscita da noi stessi è in primo luogo interiore. Leggi tutto »

Ott 052019
 

images5Quando Gesù risorto si diparte dagli apostoli, dopo aver detto “andate”, come invito a portare la buona novella a tutti, promette di stare con loro sempre: “Sarò sempre con voi!”. Essere missionari nasce dal credere con tutto il cuore in Gesù e desiderare di portare l’esperienza del Dio con noi agli altri. L’esperienza di Dio! L’apostolo Giovanni ci ha lasciato parole stupende: “Quello che abbiamo udito, quello che abbiamo veduto con i nostri occhi, quello che le nostre mani toccarono… noi lo annunciamo a voi!”. E’ vero che Giovanni era uno dei Dodici apostoli e loro sì hanno udito, visto e toccato Gesù dal vivo! Ma qualcosa di simile può e deve capitare a tutti noi. Anche noi andiamo ad annunciarlo perché lo abbiamo ascoltato, lo abbiamo visto con gli occhi della fede, e abbiamo avuto l’esperienza di essere stati toccati da lui nella nostra umanità. La sua promessa di stare sempre con i suoi si realizza anche nella nostra vita. Ed è un grande dono poter gustare la sua presenza. Non è la stessa cosa infatti conoscere o non conoscere Gesù. Ma se lo consociamo,  lo annunciamo! Noi abbiamo il mandato di annunciarlo. Non saremmo veramente suoi discepoli se tenessimo solo per noi l’esperienza di Gesù, se ci rifiutassimo di annunciarlo agli altri. Il dono ricevuto è così grande che si rende vitale trasmetterlo, come fosse una esplosione interna incontenibile e rivolta a tutti. “Portate a tutti il mio vangelo, fate mie discepole tutte le genti!”. Leggi tutto »

Mese missionario straordinario: amare è la nostra missione

 Spiritualità  Commenti disabilitati su Mese missionario straordinario: amare è la nostra missione
Set 282019
 

images5Papa Francesco ha indetto un Mese missionario straordinario nell’ottobre 2019, al fine di risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes e di riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale.  Il suo obiettivo è di contribuire affinchè tutti i fedeli abbiano veramente a cuore l’annuncio del Vangelo e la conversione delle loro comunità in realtà missionarie ed evangelizzatrici; affinchè si accresca l’amore per la missione, che “è una passione per Gesù ma, al tempo stesso, è una passione per il suo popol

1° settimanaMISSIONE E SCAMBIO

La parola scambio trova il suo significato più profondo in ciò che Dio stesso ha fatto per noi. Dio si è fatto uomo perché l’uomo diventasse figlio di Dio. Dio ha dato a noi la sua divinità e noi diamo a Lui la nostra umanità. Nella coscienza della Chiesa questo è chiamato: Mirabile scambio!

Leggi tutto »

Per tornare finalmente a generare figli e speranza di D. Mencarelli

 Spiritualità  Commenti disabilitati su Per tornare finalmente a generare figli e speranza di D. Mencarelli
Set 202019
 

Famiglia felcieIl recente bilancio demografico pubblicato dall’Istat, relativo al 2018, fotografa un’Italia sempre meno genitrice. Sono stati iscritti all’anagrafe appena 439.747 bambini, il minimo storico dall’unità del nostro Paese, rispetto al 2017 la perdita è del 4%: 18mila nascite in meno. Non è una novità, la decrescita neonatale è iniziata da tempo, ma mai con questi numeri. Siamo in una fase di declino demografico, noi italiani come quasi tutti i cittadini della vecchia culla della cultura mondiale: l’Occidente.
Leggi tutto »

Droghe leggere fanno danni pesanti di F. Canon

 Spiritualità  Commenti disabilitati su Droghe leggere fanno danni pesanti di F. Canon
Set 142019
 

fotosearch_k6171355Troppo spesso la cronaca ci sbatte in faccia casi di omicidio stradale, e la nostra coscienza si turba: è un omicidio, c’è un morto, ma è un omicidio diverso dagli altri, chi ha ucciso e chi è rimasto ucciso non si conoscevano, quello non aveva nessuna volontà e nessun interesse ad uccidere questo,  però la sua condotta è stata tale che la conseguenza non poteva essere che la morte. Ma non parliamo della singolarità di quel caso, sfruttiamo i suoi lati generali, quelli per cui questo omicidio stradale somiglia a tanti altri omicidi stradali. Anzitutto, le aggravanti. L’investitore (anzi, l’investitrice) era in auto, l’investito in bicicletta. Quella ha travolto questo e ha trascinato la bici per un centinaio di metri. Cento metri sono tanti. Vuol dire che per un tempo molto lungo l’auto ha proseguito con la bici incastrata che sbatacchiava sotto la carrozzeria. Leggi tutto »