Feb 242018
 

donmarioalbertiniIl vangelo ci manifesta la gloria del Figlio, l’amato. L’invito ad ascoltarlo accompagna i nostri passi, mentre intraprendiamo con lui il cammino verso il monte del sacrificio, il Golgota.

La Trasfigurazione di Gesù, di cui parla il vangelo, è un’anticipazione della sua Resurrezione dalla morte. Ma proviamo a sintonizzarci con gli apostoli spettatori di quella trasfigurazione – i quali esclamano: è bello per noi essere qui!. “L’esperienza che hanno fatto su quel monte appare loro bella della bellezza di Dio. Leggi tutto »

Feb 172018
 

donmarioalbertiniIl tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino. La riconciliazione che Dio offre trova compimento in Gesù e attraverso di lui. Egli ci è presentato come il nuovo Adamo che, nell’obbedienza al Padre, può ricreare l’armonia originaria, una nuova umanità salvata.

Commento di don Mario Albertini

L’evangelista Marco, da cui abbia letto il brano, è sempre molto sintetico, quasi sbrigativo. Per quanto riguarda questo episodio delle tentazioni di Gesù, gli altri due evangelisti sinottici, vale a dire Matteo e Luca, si soffermano ad esporre il contenuto delle tentazioni, e dicono come Gesù ha reagito. Marco, come abbiamo sentito, scrive semplicemente che prima di iniziare la sua missione Gesù è sospinto (interessante questo verbo) è sospinto dallo Spirito in un luogo deserto, e lì vi trascorre il lungo periodo di 40 giorni nella preghiera e nel digiuno, e che alla fine fu tentato da Satana. Ma – ripeto – non si sofferma a dire quali tentazioni. Leggi tutto »

Feb 112018
 

Don GiuliobisGESU’ RIABILITA GLI EMARGINATI (Commento di don Giulio)

La legislazione del Levitico stabiliva che i contaminati dalla lebbra fossero segregati dalla comunità per evitare il contagio. La lebbra era considerata come la piaga per eccellenza con cui Dio colpiva i peccatori, come fece con gli Egiziani. I rabbini consideravano il lebbroso come morto e la sua guarigione improbabile. Gesù, pregato insistentemente da un tale ammalato, bandito dalla società, lo guarisce, ridandogli la dignità di uomo, e lo invia ad annunciare ai sacerdoti del tempio che si sta compiendo la profezia per i tempi messianici: “I lebbrosi vengono purificati” (Mt 11,5). Leggi tutto »

V^ domenica del tempo ordinario

 Omelie  Commenti disabilitati su V^ domenica del tempo ordinario
Feb 032018
 

donmarioalbertiniIl Signore risana i cuori affranti. La presenza salvante di Gesù ci porta oltre la nostra quotidiana esperienza del limite e della precarietà. Essa crea per noi un’apertura nuova, che avviene nell’accogliere Gesù come volto di Dio. Possiamo così andare oltre il pessimismo di Giobbe!

Commento di don Mario Albertini

Gesù dice agli apostoli: andiamo altrove. Noi non vogliamo che nei nostri confronti dica: vado altrove. E di fatto il Signore non va lontano da noi: è con noi, qui e sempre. E la pagina del Vangelo ci conferma che è con noi perché lui è presente là dove si soffre e con chi prega. Leggi tutto »

IV^ domenica del tempo ordinario

 Omelie  Commenti disabilitati su IV^ domenica del tempo ordinario
Gen 272018
 

donmarioalbertiniDio visita il suo popolo. Attraverso Gesù arriva a noi la presenza di Dio, nel linguaggio biblico: Dio visita il suo popolo. La vittoria di Gesù sul male instaura la presenza di Dio. Le sue parole e i suoi gesti liberano e chiamano alla sequela, rendono visibile e sperimen- tabile il regno di Dio tra noi.

Commento di don Mario Albertini

“Cosa vuoi da noi, Gesù Nazareno?”. E’ la domanda che risuona nell’aula della sinagoga. Dopo la preghiera del sabato, Gesù si fa avanti (lo poteva fare chiunque avesse qualcosa di importante da dire), e comincia a insegnare. Questa volta l’evangelista non riporta le parole di Gesù, ma riferisce la reazione dei presenti, ripetendo due volte: “sono stupiti del suo insegnamento”. Quello lì, pensano e dicono, è uno che insegna con autorità.  Con autorità non vuol dire imponendo dall’alto, ma esponendo verità non copiate da altri, verità che gli vengono da dentro, dalla forza della verità stessa, come uno che vive quello che dice, parla con autorevolezza, e quindi persuade, convince. Gesù si dimostra maestro di sapienza. Leggi tutto »