Giu 182022
 

PAPA LUCIANI, sarà beatificato il 5 settembre 2022 a Roma, in Piazza san Pietro

Forse il modo migliore per celebrare i dieci nuovi Santi proclamati dal Papa (domenica 15 maggio alle 10 in piazza San Pietro) è partire dai loro fallimenti umani. Prendiamo Charles de Foucauld, straordinario gigante della fede, tanto da essere definito nell’ultima enciclica «fratello universale». A leggere la sua vita con le categorie laiche del successo, è stato un perdente totale. Zero conversioni, nessun istituto religioso fondato, ucciso proprio dai predoni da cui voleva difendere la comunità che aveva scelto di servire. E lo stesso vale per Titus Brandsma, apostolo della buona stampa, assassinato in un lager nazista dalla dittatura criminale di cui denunciava gli orrori. E che dire di madre Santocanale che alle comodità da nobildonna preferì l’attenzione agli ultimi, ai diseredati, a quelli che non avevano la possibilità di contraccambiare nulla? Il discorso cambia se leggiamo cosa hanno scritto, detto o fatto prima di morire. Leggi tutto »

Giu 182022
 
  1. Corpo e Sangue di Cristo: Una presenza donata per ricordare. Gesù che si fa pane spezzato. Prefigurato nel racconto, il dono di Gesù come pane sfama il popolo che partecipa al banchetto della moltiplicazione dei pani, e anticipa così l’offerta nell’Ultima cena, memoriale da sempre celebrato nella comunità cristiana.

Commento di Don Mario Albertini

Anche nei comportamenti di Gesù ci sono delle contraddizioni, o che così sembrano a noi. Un giorno Satana lo aveva sfidato: di’ che queste pietre diventino pane. Lui si rifiutò affermando che più necessaria del pane è la parola che viene da Dio. Oggi invece abbiamo sentito che per la gente, che proprio per ascoltare la parola di Dio si era dimenticata del cibo, Gesù moltiplica i pani. Una contraddizione, ma che esprime la sua attenzione anche per le esigenze materiali. Leggi tutto »

Giu 182022
 

Sono aperte le iscrizioni per i nuovi battesimi. Le famiglie che hanno Bambini da battezzare quanto prima li iscrivano. Poi ci incontreremo tutti per decidere le date

SETTIMANA DA 18 GIUGNO  A 26 GIUGNO 2022

  • SABATO 18  – Ore 10.00, Matrimonio di Poser Serena e Busetti – Ore 19.00 – MESSA vespertina – 
  • DOMENICA 19 SS. SS. CORPO E SANGUE DI CRISTO – Ss Messe Ore 8.30 – 10.30 –
  • LUNEDì 20  –  S. Messa, ore 17.00 (in grotta)
  • MARTEDì 21 – S. Messa Ore 17.00 – (in grotta)
  • MERCOLEDì 22 – S. Messa Ore 17.00(in grotta) – 
  • GOVEDì 23 – S. Messa Ore 17.00(in grotta)
  •  VENERDì 24 – Ss Cuore di Gesù – Natività di S. Giovanni Battista S. Messa Ore 17.00. –  in grotta
  • SABATO 25  – ORE 19.00 – MESSA, vespertina – 
  • DOMENICA 26  XIII^ DOMENICA DEL tempo ordinario – Ss Messe – Ore 8.30 – 10.30  –  

AVVISI

Giu 182022
 

Scintille: Per me vivere è Cristo: che cosa mai vi può essere di più prezioso? Ci viene dato in cibo Cristo, vero Dio. Che cosa di più sublime di questo Sacramento? Nessun Sacramento in realtà è più salutare di questo: per sua virtù vengono cancellati i peccati, crescono le buone disposizioni, e la mente viene arricchita di tutti i carismi spirituali. (San Tommaso d’Aquino)

SETTIMANA – 18 GIUGNO – 26 GIUGNO 2022

SABATO 18 – ORE 19.00 – S. MESSA, Prefestiva

DOMENICA 19 – SOLENNITA’ DEL CORPUS DOMINI – S. MESSA – SS. MESSE – ORE 08.00 – 10.30 S. Messa per la comunità – 

Breve commento – Non un miracolo dovuto alla necessità del momento, ma il segno grande di una realtà che ancora oggi possiamo sperimentare: l’Eucarestia, pane di vita eterna offerto  tutti. Oggi mettiamo al centro Gesù, presente nel Pane e nel Vino consacrati. Si porta, secondo una bella tradizione, per le strade delle nostre città e dei nostri paesi, per indicare che è Lui a sostenerci nel cammino della vita

LUNEDì 20MARTEDì 21 – MERCOLEDì 22 – GOVEDì 23 – Non c’è la S. Messa 

VENERDÌ 24 –  Ore 19.00 – FESTA PATRONALE DEL PARROCCHIA SAN GIOVANNI BATTISTA – S. Messa solenne presieduta dal nostro  Vescovo Corrado

SABATO 11 – ORE 19.00 –  S. Messa, prefestiva

DOMENICA  12 – XIII^  DOMENICA DEL TMPO ORDINARIO – SS. MESSE – ORE –  08.00  – 10.30   S. Messa per la comunità.  

Per le confessioni: mezz’ora prima della S. Messa.

DA RICORDARE

  1. Orario S. Messa vespertina per i mesi di giugno, luglio e agosto: ore 19.00.
  2. Catechismo: anzitutto ribadiamo l’importanza della S. Messa domenicale. Il 29 maggio scorso, ci fu la conclusione del primo periodo di catechismo, per i Sacramenti dell’Eucarestia e della Cresima.
  3. A proposito del primo appuntamento dei nostri bambini per questo mese (Festa del Corpus Domini) abbiamo visto con piacere la partecipazione numerosa dei chierichetti. Ora facciamo presente che c’è un altro appuntamento importante per loro e per tutta la comunità: la festa del nostro Patrono San Giovanni: venerdì 24/6 la S. Messa solenne presieduta dal nostro Vescovo alle ore 19.00, a cui seguirà, dopo la Messa, la tradizionale cena paesana con la ricca lotteria. L’invito è rivolto a tutti.
  4. La S. Messa del giovedì pomeriggio viene sospesa dal 1° giugno.
  5. Ricordiamoci tutti che anche nel periodo estivo, di vacanza o di ferie, per i credenti c’è l’impegno della Santa Messa domenicale e, direi, di rivolgerci al Signore ogni giorno con la preghiera.
  6. Oggi è la Festa del Corpus Domini. La nostra Unità Pastorale come anche in altre parti, ha festeggiato questa solennità giovedì 16/6 con la S. Messa e la Processione Eucaristica. Vogliamo ringraziare vivamente tutte le persone (e sono state veramente molte) per la intensa collaborazione per la riuscita di questo appuntamento per la nostra comunità: appuntamento molto partecipato e apprezzato dai fedeli delle altre parrocchie, coinvolte pure loro.

NOTA BENE Per chi lo desiderasse sui tavolini soliti ci sono alcuni libretti con tutte le preghiere ed i canti della Processione.

            UN PENSIERO DI PAPA FRANCESCO:

la stanchezza dei sacerdoti! Di chi lavora per il popolo di Dio che gli è affidato, spesso in luoghi abbandonati e pericolosi. E’ una stanchezza che, come l’incenso, sale silenziosamente al Cielo per andare dritta al cuore del Padre. E’ una stanchezza che la Madonna, come madre, sa capire e la fa notare al Signore. E l’immagine più profonda di come il Signore tratta la stanchezza dei suoi pastori è quella della lavanda dei piedi: “Avendo amato i suoi …, li amò sino alla fine” (GV. 13,1). Contempliamo questa immagine come la lavanda della sequela. Il Signore purifica la stessa sequela, Egli si “coinvolge” con i suoi discepoli, si fa carico in prima persona di pulirli da ogni macchia, da quello smog mondano e untuoso che si attacca addosso a chi cammina e fatica nel suo Nome. Amiamo i nostri sacerdoti. Preghiamo per loro come ha fatto colui che li amò sino alla fine. (Omelia del Giovedì Santo, 2 aprile 2015).