DOMENICA II^ DOPO NATALE

 Omelie  Commenti disabilitati su DOMENICA II^ DOPO NATALE
Gen 022021
 

…….. E pose la sua tenda in mezzo a noi. L’elogio della Sapienza nel Siracide e il prologo di Giovanni ci introducono nella vita stessa di Dio, lasciandoci scorgere la grandezza del mistero celebrato nel Natale: l’incarnazione del Figlio, la Sapienza che pone  la sua tenda in mezzo a noi. 

Commento di don Mario Albertiniù

Noi siamo quotidianamente immersi in piccole faccende – ma dobbiamo anche imparare a pensare in grande: anche questa è una lezione del Natale come ce la presentano le tre letture di questa Messa, tutt’e tre piuttosto impegnative. Particolarmente difficile la pagina del vangelo. Ma è sempre Parola che Dio rivolge a noi, e ciò vuol dire che lui ha fiducia nella nostra intelligenza. L’intelligenza ce l’ha data lui perché la usiamo. E allora cerchiamo di comprendere qualche cosa. Leggi tutto »

IV^ DI AVVENTO

 Omelie  Commenti disabilitati su IV^ DI AVVENTO
Dic 192020
 

L’annunciazione, Dio prende dimora – L’annuncio dell’angelo a Maria rivela che il tempo della promessa si è compiuto: Dio visiterà il suo popolo, come aveva promesso a Davide, e il suo disegno d’amore sarà rivelato a tutte le genti.

Commento di don Mario Albertini

 Questa pagina del vangelo è stata letta l’8 dicembre  nella festa dell’Immacolata, – ma allora l’attenzione era  su Maria la piena di grazia – oggi invece, nell’avvicinarsi  del Natale, è su Maria che con turbamento e sorpresa  riceve la proposta di diventare madre del Salvatore. Noi siamo abituati a pensare a Maria come alla  Madonna in paradiso, cioè la consideriamo nella  grandezza della sua gloria, ma quella a cui si presenta  l’angelo era una ragazza che non sapeva di essere la  Madonna! Leggi tutto »

III^ DOMENICA DI AVVENTO

 Omelie  Commenti disabilitati su III^ DOMENICA DI AVVENTO
Dic 132020
 

Testimoni della gioia. La liturgia ci presenta Giovanni Battista come testimone della luce, colui che annuncia la venuta del Cristo. È questo messaggio che ci richiama alla conversione e che suscita la gioia autentica che deve colmare tutta la vita del cristiano.

Commento di don Mario Albertini

1- in ogni cosa rendete grazie è l’esortazione che ci fa  san Paolo nella seconda lettura. Siamo capaci di  ringraziare sempre il Signore, riconoscendo che tutto è  dono suo?  Se crediamo davvero che Dio ci vuole bene, e che ci  guida anche se talvolta attraverso strade difficili, le quali  tuttavia sono le sue strade: se crediamo a questo,  comprendiamo il dovere di ringraziare il Signore per il  dono della vita, e per tanti piccoli o grossi doni che  sperimentiamo ogni giorno. 

 Rendere grazie! – Soprattutto per quel dono  straordinario che celebreremo a Natale: Gesù, il Figlio di  Dio che si fa uomo e ci salva dal male.  Leggi tutto »

IMMACOLATA CONCEZIONE

 Omelie  Commenti disabilitati su IMMACOLATA CONCEZIONE
Dic 052020
 

Maria, l’umiltà della fede. Se l’origine del peccato è l’illusione di Adamo di poter “diventare come Dio”, l’umile «sì» di Maria è l’inizio della redenzione, l’abbandono fiducioso che apre le porte affinché Dio possa farsi uomo e rivelarci il suo amore.

Commento di don Mario Albertini

Sarebbe interessante, e bello, riuscire a vedere la storia dell’umanità dal punto di vista di Dio. Le letture di questa  festa dell’Immacolata ci permettono di darvi un’occhiata  proprio così, dal punto di vista di Dio; potremmo dire:  dall’alto. Proviamo. 

 “Prima della creazione del mondo…” = questa frase che  abbiamo sentito nella seconda lettura indica l’inizio degli  inizi; ci dice che da sempre Dio ha un progetto grandioso,  meraviglioso, che riguarda l’umanità, che riguarda noi. E’  il progetto in cui Dio ci vuole partecipi del suo amore  infinito: ci ha scelti, ci ha chiamati ad essere suoi figli.  Leggi tutto »

II^ DOMENICA DI AVVENTO

 Omelie  Commenti disabilitati su II^ DOMENICA DI AVVENTO
Dic 052020
 

Chiamati alla conversione. La venuta del Signore si avvicina. È questo il cuore della consolazione per Israele e del richiamo di Giovanni il Battista alla conversione. Siamo tutti chiamati a preparare la strada per l’avvento del re, di colui che porterà giustizia e misericordia.Commento di don Mario Albertini

Commento di don Mario Albertini

Ho introdotto dicendo: “dal vangelo secondo Marco”, e  subito dopo ho letto: “Inizio del vangelo di Gesù Cristo,  Figlio di Dio”: Vangelo secondo Marco – Vangelo di Gesù Cristo. Il “vangelo”, parola che significa propriamente “buona  notizia”, non viene da Marco, ma dallo stesso Figlio di  Dio, Gesù. Sì, il vangelo, cioè la buona notizia che Dio ci  vuole bene, è di Gesù Cristo, anche se a raccontarlo è  Marco o un altro evangelista che per la scelta degli  episodi e degli insegnamenti del Signore usa un suo stile.  Leggi tutto »